martedì 17 febbraio 2009

La fuga

La fuga... avrei dovuto parlartene prima.

Io è da tanto che ci penso, perché so che una cosa: Ana se n'è andata da sola per le ferie estive lasciando tutto e tutti senza dire nemmeno dove andava. Perchè?
Per quale motivo ha scelto la pace di una spiaggetta sassosa, lontana dalla città dai suoi affetti?

All'albergo è arrivata sola, di questo sono sicura, mia cara.

Me l'hanno descritta come una donna stanca e senza troppa voglia di parlare, piena di risentimento e desiderosa solo di pace ...ma anche di vendetta, mi viene da dire.

Perchè una persona appagata se ne sta tranquilla, non cerca altro, ma lei non sembrava esserlo.
Probabilmente quel famoso sms scoperto per caso le ha fatto capire tante cose, ha mandato in frantumi tutte le sue certezze, di donna e di moglie felice, mi hanno detto di averla vista piangere sola al bar, distrutta.

Penso che per capirla davvero è necessario conoscere questo suo cammino interiore, per quanto le nostre vite siano diverse, anche se io non ho né marito né figli, un po alla volta mi sto immedesimando in lei sempre di più: il dolore iniziale, la rabbia, la voglia di sentirsi ancora amata e protetta.

Che cosa pensi tu, di una donna che non perdona e che si affida a un nuovo amore nonostante tutto?
A presto,
Bea

17 commenti:

Antonella ha detto...

una donna non perdona la ferita. Ma spera in un riscatto per se' stessa

Kylie ha detto...

Penso che sia insito nella natura delle donne non perdonare certe gesti che hanno provocato una grande delusione...
Io non perdono.

Un abbraccio

Ale ha detto...

il perdono deriva dal tipo di gesto..
magari era ancora desiderosa di vita, e per questo non ci ha pensato due volte per buttarsi nell'amore..

BC. Bruno Carioli ha detto...

Grazie per la visita ed il commento.
Stai conducendo un blog con una trama, a dire poco interessante.

Silvia... ha detto...

Ciao Pandora....misterioso vaso il tuo ed io come Epimeteo sono ansiosa di aprirlo.....

Tradita e in fuga da tutte le parole che non ha voluto sentire, capire...fugge dal senso di colpa per un'attenzione scarsa a ciò che credeva le appartenesse, per diritto, e le suona nella mente che L'AMORE non è un diritto, ma una conquista o modo di vivere....Non ha creduto che la vita potesse sorprenderla, ma ancora aveva voglia di sorprese ed è bastata una crepa nella fantasia del "tutto a posto" per aprire con le mani un varco dal quale fuggire.....


ho esagerato un pochino, vero?!!!
M'ha preso.....!!!!!!!

Rosaria ha detto...

A chi non vien voglia di fuggire?!...
Chi non ha mai pensato di lasciare tutto e tutti per andare chissà dove??!!...
Certamente Ana è un delusa... amareggiata... ferita... confusa...
Molte donne (ma anche uomini), pensiamo al compagno/a come colui (colei ), che deve riempire il nostro cuore, la nostra anima, la nostra esistenza.... Vogliamo amore, pretendiamo amore... comprensione... coccole....
Dimentichiamo che l'Amore si dà, l'amore si perde nell'altro, l'amore si annulla per l'altro....
L'amore ama sempre per primo e non si aspetta nulla.....l'amore non pretende... E' difficile amare cosi!!!!
Siamo portati all'errore. Tutti!
E se l'errore l'avesse Ana?!
Avrebbe sicuramento chiesto d'essere compresa... scusata... perdonata... E' stato solo un momento di sbandamento.
Perchè allora non cercare di capire colui che ci sta accanto!
Voglio pensare questo : Ana si sente ferita, confusa... cerca di mettere ordine nei suoi pensieri nel suo animo.... Capisce che l'amore è più alto di ogni cosa... e dopo l'uragano risplende il sole.

Angelo azzurro ha detto...

Ciao Pandora, eccomi qua. E' la mia prima visita e mi ci devo racapezzare un pò nel tuo blog...
Molto interessante comunque, la storia mi cattura perchè vedo molti tratti familiari in questa donna...ci rivedremo!

Rosaria ha detto...

Scusami.... Grazie della visita!
Il tuo blog è veramente intrigante.... Mi piace!
Ciao
Rosaria

riri ha detto...

Una donna che non perdona..per me difficilmente può abbandonarsi ad un altro amore, se ha dentro di sè rancore, forse sete di vendetta o quant'altro. Penso che sia difficile perdonare un tradimento, lo è per tutti, ma se si riflette sul passato, forse può essere + facile uscirne e liberarsi dal passato triste e dannoso.
Ciao Pandora, mi piace leggere e qui ho trovato una piacevole lettura.

solopoesie ha detto...

Ana
E molto bella e tenera
queta storia .
trovo che sai descrivere gli stati d'animo molto bene,
Che dire dei dolori che
ti vengono causati da altri?
Che dire del perdono!
Col tempo si perdona!!!

La vita e piena di
dolori non solo quelli che ti puù causare un innamorato e non credo che ci si può liberare facilmente ,
quando si viene tradite il dolore ti colpisce in tutte le sue forme...

va e viene a suo piacimento ,
la normale sofferenza con cui si convive tutti i giorni.

Ma poi si perde la fiducia
in un uomo e difficile
per ogni donna ..ricominciare

è un tipo di sofferenza
che ci si porta dentro per sempre che non si riesce ad ignorare.

Una sofferenza così grande che cancella tutti gli altri
pensieri, che fa scomparire il resto del mondo.

E a un certo punto non si riusce a pensare ad altro che questa grande sofferenza.

Come affrontiamo il dolore
dipende da noi ognuno
di noi le delusioni d'amore o altri tipi di delusioni
Il dolore: ti anestetizza,
o lo si accetta ,o lo elabori, o lo ignori .

E per alcuni di noi
il miglior modo per
affrontarlo è
conviverci.
Si deve aspettare che
se ne vada, sperare che scompaia da solo,sperare che la ferita che l'ha causato guarisca.

Non ci sono soluzioni
nè risposte facili.
Bisogna fare un respiro
profondo e aspettare che il dolore si nasconda da qualche parte.

La maggior parte delle volte il dolore può essere sopportato, ...ma a volte il dolore ti afferra;
quando meno te lo aspetti ti colpisce il cuore e non
ti lascia in pace.

devi solo conviverci,
perché la verità è
che non puoi evitarlo e la
vita te ne porta sempre dell'altro.

Che dirti? Auguro a
tutte le donne di ricominciare.....L'amore
nuovo fa dimenticare il vecchio ...andiamo
avanti con la vita e
prediamoci quel poco che ci da! Ciao

LINA

Sabatino Di Giuliano ha detto...

dimmi solo che e' una storia vera....
ci siamo
stiamo sintonizzati
un abbraccio
saba

upupa ha detto...

..dopo la delusione..il cielo cupo..c'è sempre un raggio di sole che ci illumina e tutto ci appare diverso...più bello e più degno di essere vissuto...
è la prima volta che vedo il tuo blog...mi piace...
ciao Upupa

Cris ha detto...

ciao Pandora, l'idea del tuo blog è molto interessante; intanto ho letto l'ultimo messaggio da te postato e ho cercato di capire l'intento, quello che vuol star dietro a tutto. L'ho trovato poi andando a ritroso con i vecchi post, e già solo il fatto che mi hai incuriosito a leggerne altri è un merito. La cosa interessante è che non si capisce bene cosa ci sia di reale e cosa no, l'atmosfera che crei è fumosa, è vero che sei studentessa laurenda (tanti auguri!! o magari già laureata chissà!) lo si evince dal modo in cui hai fatto un progetto, uno schema del tuo blog (prima lettera, presentazione, altra lettera, considerazioni in prima persona etc...) ed è carino come coinvolgi i tuoi lettori, novella detective che dipana un mistero insieme a loro, a poco a poco, a fuoco lento, cucinando sapientemente tutti gli ingredienti di cui sei a conoscenza.
Continuo a leggerti, aspettando un bel finale a sorpresa!

sirio ha detto...

Ciao Pandora,ho ascoltato il tuo invito ed eccomi qui.
Un blog incentrato su di una persona è sicuramente particolare,dalle prime battute mi sembra il diario di una vita...
Ritornerò con un po' più di calma,ti auguro nuona serata!

il monticiano ha detto...

Invitato, arrivo, anche se tardi.
Non perdona quello di amore perchè in esso le sembrava di sentirsi ricambiata completamente. Delusa di non esserlo, bisognosa d'amore com'è, nonostante tutto si affida, piena di speranza, ad un nuovo amore. Io penso che sia comprensibile.

Antonella ha detto...

Dolcissima, ma tu non mi vieni più a trovare

Domenico ha detto...

nessuno secondo me può giudicare una persona , in questo caso una donna che non perdona , posso solo dire che la vita a volte ci mette difronte a situazioni che sembrano assurde ma anche queste ci insegnano qualcosa.
Poi la voglia di sentirsi ancora amata e protetta deve sempre esistere nella nostra anima.
complimenti per il blog....
questa è una delle mie poesie col tuo permesso la dedico ad Ana

SARAI DIVERSA NEI MIEI SOGNI

Mi abbandoni o dolce spirito d’amore,
mi lasci il tuo pensiero che col tempo svanirà.
È il tempo che guarisce ogni ferita,
è il tempo che ti fa sentire solo.
Forse ti incontrerò nei miei sogni e proprio là
sarai diversa, la stessa che desideravo amare.
Insoddisfatto senza gioia sarà il mio tempo,
geloso del mio sogno sarà il mio tempo,
ma dolce e appassionato sarà il mio sogno.