venerdì 13 febbraio 2009

Facciamo il punto

Per non perdere la strada ricapitolo i punti salienti:

PERSONE COINVOLTE
il ragazzo
Ana
La prof. Bea

IL BACKGROUND E I LUOGHI

Baia Vallugola
albergo
casolare

  1. Bea si trova in Baia Vallugola.
  2. Visita un albergo e un casolare bianco.
  3. Parla di una donna e di un suo ritratto.
  4. Esiste un ragazzo, dalla vita controversa, un'artista all’incirca della mia età.


QUESITI:

  1. Dove si trova il quadro con il ritratto di Ana?
  2. In quale abitazione si trova Bea?
RIFLESSIONI:

Il posto in cui si trovava la mia insegnate è una baia turistica, il ragazzo di cui parla si può “concedere il lusso” di passare lì anche un week end. Evidentemente non è un forestiero. Bea, quindi, potrebbe conoscere questo ragazzo perchè magari è della sua stessa zona.

Infatti. Notate questa espressione, apparentemente irrilevante:


.... Non sono molto distante dall'università, la Baia Vallugola è tra Pesaro e Gabicce, a cavallo tra Marche e Romagna, meno di un'oretta di macchina e potrei essere in ufficio...

Bea continua dicendo:

… … anche se qua mi sembra di essere distante migliaia di chilometri dalla vita quotidiana. …. è una zona abbastanza difficile da trovare se non si è del luogo…..

Isolamento e stacco dal quotidiano. Una baia, lontana da occhi indiscreti. Un punto di incontro tra vite che agli occhi degli altri vivono parallele e distanti.

Cosa si sta celando?
Un ragazzo della mia età e Ana, donna all’incirca dell’età della Prof, non è una coincidenza assurda?
Cioè... quello che intendo farvi notare è questo

Ragazzo = Pandora
Ana = Bea

Si può amare un ragazzo così tanto più giovane?
Oppure questa “misteriosa” Ana, nascondeva un figlio illegittimo?

E ancora ribadisco:
  1. Perchè Bea ha preso tanto a cuore questo tema e ha deciso di dirlo a me?
  2. E perchè si nasconde dietro a delle lettere che mi ha spedito quando sapeva che io non potevo leggerle?
  3. Se aveva bisogno di una "mano" in quel momento, non poteva scrivermi delle mail?

10 commenti:

tintinni ha detto...

Sei una persona alquanto intelligente e riesci benissimo a trovare delle risposte, io non riesco a starci dentro come fai tu, comunque io penso che la morte della donna sia connesso con la storia che è uscita dalle lettere, una forma di traccia in sospeso.

bstevens ha detto...

ma che ridere codesti quiz! sono entrata in ansia da prestazione.... ; )

Cynna ha detto...

non saprei, ho letto tutto e un paio di volte. La prima cosa che mi è venuta da pensare è che, nell'ultimo post in "persone coinvolte" adesso (volente o nolente" ci sei anche tu.
E, che per qualche strana ragione, la tua equazione mi port aa pensare che c'è unlegame che va oltre prof-allievo tra te e Bea.
Forse lo stesso tipo di legame che c'è tra Ana il ragazzo...

Paola ha detto...

Bella storia, oggi ho un pò di febbre e non capisco molto col neurone surriscaldato, ma mi segno tra i tuoi lettori così quando stò meglio ci provo!!
Ciao!! Paola

Ermes ha detto...

Molto bello il "tuo" giallo! Chissà perché mi capita di chiamarlo così.. Di fatto il linguaggio della tua Prof. cambia, a tratti ma cambia, da sospettoso e quasi pontificatore(si fa comprendere solamente da te), passa alla forma tipica del giallo, per riprendere con espressioni quasi appassionate ed appassionanti! Sulle prime mi verrebbe da dire che TU ci stia guidando attraverso la creazione vera e propria di un giallo già in embrione nella tua mente. Schemi di personaggi già creati chiari, schede di riferimento per evitare le contraddizioni e analisi di ogni testo perfettamente eseguita! Ultimo, ma non per importanza, gli "effetti suspence" delle domande finali di ogni post.
Complimenti, seguirò volentieri la "storia", già perché ho idea che non finisca a breve. Tra poco avremo un giallo coi fiocchi... MAgari scritto a tante mani; è così che succede, tutti vorrebbero dare una mano a scriverla. E così probabilmente tra tante "fantomatiche" o "vere" lettere avrai materiale da creare il migliore dei gialli! Se lo presenterai alla Tesi dimmi che ti vengo a vedere! Ovviamente con tanto di complimenti per questa grandiosa idea! Fai si che me ne possa fare una anch'io... CONTINUA!

Alexthecat ha detto...

Ciao P.
Ho letto il tuo blog, almeno l'inizio e la prima lettera. Mi sembra molto interessante e ben scritto. Bello l'espediente letterario, anche se la mano di chi "ti scrive" è un po' tanto simile alla tua. Se posso dare un consiglio cercherei di staccare un po' di più il personaggio dandogli un tono più caratterizzato.

Comunque attendo lo svolgimento del giallo con trepidazione ;)

Ciao!
Alexthecat

http://fairy-tails.splinder.com/

Silvia ha detto...

Cavolo quante domande! :P
Certo è che la storia mi appassiona...

A molti piace scrivere lettere e non mail, io per esempio preferisco, le trovo più personali. Forse è per questo che Bea ha preferito così.

Buon martedì, a presto!

giogio ha detto...

Ana è l'alterego di Bea, e il ragazzo quello di pandora.
bea scrive delle lettere perchè quando le scrive si trova in posti dove non è possibile usare un pc.
le mail non sarebbero servite, tu eri lontana.
Il quadro di ana è nel casolare, dove anche bea risiede

Annalisa ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Annalisa ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.